Mirto di Maremma

Il mirto “Myrtus communis” è una pianta arbustiva della famiglia delle Myrtaceae, tipica della macchia mediterranea.

Può raggiungere altezze dai 50 ai 300 cm, mentre a scopo ornamentale ne esistono molte varietà come il Myrtus Communis Variegata a foglie striate bianco-crema che può raggiungere 4,5m di altezza.

Myrtus Communis Variegata

Myrtus Communis Variegata

La corteccia è rossiccia nei rami giovani, col tempo assume un colore grigiastro.

Le foglie sono opposte, persistenti, ovali-acute, coriacee, glabre e lucide, di colore verde-scuro superiormente, a margine intero, con molti punti traslucidi in corrispondenza delle glandole aromatiche.

Mirto di Maremma Myrtus Communis

I fiori sono solitari e ascellari, profumati, lungamente peduncolati, di colore bianco o roseo.

La fioritura, abbondante, ha luogo nella tarda primavera e all’inizio dell’estate, da Maggio a Luglio.

Un evento piuttosto frequente è la seconda fioritura che si può verificare in tarda estate, da Agosto a Settembre e, con autunni caldi, in Ottobre.

Mirto di Maremma Myrtus Communis fiore

I frutti sono bacche globoso-ovoidali di colore nero-azzurrastro, rosso-scuro o più raramente biancastre, con numerosi semi reniformi. Maturano da Novembre a Gennaio persistendo per un lungo periodo sulla pianta.

Mirto di Maremma Myrtus Communis bacche

Mirto liquore MaremmaIl prodotto più importante, dal punto di vista quantitativo, è rappresentato dalle bacche, utilizzate per la preparazione del liquore di mirto, ottenuto per infusione alcolica delle bacche attraverso macerazione o corrente di vapore.

Al mirto sono attribuite proprietà balsamiche, antiinfiammatorie, astringenti, leggermente antisettiche.

Per il suo contenuto in olio essenziale è un’interessante pianta dalle proprietà aromatiche e officinali.