Il tesoro di San Mamiliano

Il tesoro di San Mamiliano, monete d'oro a SovanaIl Tesoro di San Mamiliano risale al 2004 la scoperta di un tesoro di monete auree sotto l’altare della chiesa di San Mamiliano a Sovana, composto da 498 monete d’oro in fior di zecca databili agli imperatori Leone I e Antemio, tra il 457 e il 474, quindi poco dopo la morte di Mamiliano.

Il tesoro di San Mamiliano 7

Leggende popolari e tradizioni orali ricordavano la presenza di un tesoro sotto l’altare del monastero di San Mamiliano a Montecristo, isola dove morì il santo, che poi vennero riscritte da Alexandre Dumas nel celebre romanzo del Conte di Montecristo.

Il tesoro di San Mamiliano 6

Almeno due documenti antichi citano la memoria di un tesoro sull’isola: nel 1549 il granduca di Toscana Cosimo I vi sconsigliava di fare ricerche per la presenza di pirati, mentre una spedizione dalla Corsica nel 1670 scovò solo «alcuni pignatti e vasi pieni di cenere».

Non appare quindi come un caso che un tesoro si trovasse effettivamente nella chiesa di San Mamiliano, non però in quella di Montecristo ma a Sovana.
Le monete sono state ordinate in un museo nella Piazza del Pretorio, inaugurato il 30 luglio 2012.

Il tesoro di San Mamiliano 5